Torrossa Online Digital Bookstore 0

Votre librairie digitale de recherche

Livre, Religione, politica e commercio di libri nella rivoluzione inglese : gli autori di Giles Calvert 1645-1653, Caricchio, Mario, Name
EB
Livre
EB
Livre
Religione, politica e commercio di libri nella rivoluzione inglese : gli autori di Giles Calvert 1645-1653
2003 - Name
ID: 2251974
ISBN: 8887298718
  • Informations
    DESCRIPTION

    All'inizio del 1642 Londra fu invasa da libri, libelli, manifesti e petizioni. L'affermarsi dei newsbooks diede inizio a un flusso costante d'informazione periodica in un mercato della stampa di fatto privo di controlli. Con la crisi tra Parlamento e Corona si era aperto uno spazio per la partecipazione degli individui comuni alla discussione dei temi d'interesse generale, nel quale la questione della riforma della Chiesa fu modificata e radicalizzata sino a cambiare di natura. In questo passaggio rivoluzionario si affermarono alcuni dei caratteri dell'Inghilterra moderna: la verità cessò di prestarsi alla definizione dei dogmi fondamentali, la società inglese divenne pluriconfessionale, il dibattito pubblico si fece contesto imprescindibile della vita politica. Questo libro indaga tali sviluppi, seguendo la carriera del libraio Giles Calvert e gli scritti degli autori che pubblicarono presso di lui. Si tratta di un'analisi delle opinioni più radicali nello spettro politico e religioso del tempo, colte nel loro svilupparsi, intrecciarsi e scontrarsi, a partire dalla bottega libraria. Quella di Giles Calvert fu luogo pluralistico e non confessionale, che introdusse nel dibattito pubblico quanti si schierarono per una società tollerante, ma anche per uno Stato senza Chiesa nazionale. Da qui si svilupparono gli argomenti dei predicatori antinomiani per la libertà di stampa e per il sostegno al New Model Army, si generarono le proposte e le esperienze comunistiche dei diggers, quelle libertarie dei ranters, le prospettive democratico-repubblicane che accomunarono Peter Chamberlen, John Warr, John Streater e Gerrard Winstanley. Fu il quadro culturale e politico dove si pensò di fare a meno del clero e di attuare una riforma anti-autoritaria dell'istruzione universitaria, e nel quale ebbe origine il movimento dei quaccheri. È la storia di un'alternativa possibile, di affinità e di divergenze, di alcuni successi e di una sconfitta. La storia di percorsi individuali che, attraverso la bottega libraria, parteciparono al discorso collettivo della rivoluzione. [Testo dell'editore]

    333 p.

    NOTE
    • Includes bibliographical references.
    • Rev. thesis.
    • G. Calvert (17th. cent.).
  • Dans ce volume