Torrossa Online Digital Bookstore 0

Your store for digital research texts

Book, Iwan Goll : intersezioni testuali e multimediali, Zemella, Teresina, CLUEB
EB
Book
EB
Book
Iwan Goll : intersezioni testuali e multimediali
2002 - CLUEB
ID: 2250189
ISBN: 8849118368
  • Information
    DESCRIPTION

    Iwan Goll nacque il 29 marzo 1891 a St. Dié, nella regione del Vosgi. Allo scoppio della prima guerra mondiale si trasferì in Svizzera sul lago di Ginevra frequentando la cerchia dei pacifisti francesi che faceva capo a Romain Rolland. Lì incontrò, nel 1916, la poetessa Claire Studer che più tardi divenne sua moglie. Dal 1919 sino alla fine degli anni Trenta visse a Parigi, dove fece tra l'altro conoscenza con James Joyce, Samuel Beckett e i poeti e i pittori della cerchia di Apollinaire. Nel 1924 cercò di rinnovare, con la pubblicazione della rivista "Surrealisme", le istanze del cubismo letterario. Tra il 1936 e il 1944 fu impegnato nella stesura del ciclo di ballate "Jeans sans Terre", considerate il suo capolavoro. Nel 1939 emigrò a New York, dove fondò e diresse, dal 1943 fino al 1946, la rivista letteraria franco-americana "Hemispheres", alla quale collaborarono tra l'altro André Breton e Henry Miller. Ammalatosi nel 1944, fece ritorno in Francia nel 1947. Morì di leucemia a Parigi il 27 febbraio 1950. Isaac Lang alias Iwan Goll firmò le sue opere fino al 1915 con gli pseudonimi di Iwan Lassang ("Der Panama-Kanal"), Iwan Lazang ("Lothringische Volkslieder"), Tristan Torsi ("Films") e dopo di allora l'unico cambiamento che adottò fu nella grafia del nome Iwan o Ywan Goll. Sotto questo nome si presentò al pubblico anche con "Die Chaplinade" (1920), "Die Unsterblichen" (1920) che oltre a "Methusalem oder Der ewige Burger" (1922), sono oggetto di questo volume. Si firmò Johannes Thor in alcune opere degli anni Trenta, mentre con il nome Tristan Thor siglò solo poche pagine prima della morte. "Methusalem o l'eterno borghese", il dramma 'alogico' di Goll, assume all'interno del progetto "Drei Originale" (Connect 99) la forma di work in progress, di viaggio di ricerca, che iniziato con la lettura e l'analisi collettiva del testo (primo originale) da parte dei partner (Barcellona, Berlino, Erlangen, Oxford e Parma) si è concluso dapprima con la produzione del video-film "Methusalem. Ein Kinodram" del regista Thomas Martius (secondo originale), interpretato dagli studenti di Parma, e successivamente con la messa in scena a Oxford e a Berlino del dramma di René Pollesch "Der Hype von burgerlischen Lebensstilen" (terzo originale), recitato dagli studenti di Oxford. Alla lettura dei contributi qui presentati si acquista coscienza dell'inafferrabile spirito di Iwan Goll, e ci si convince che la mediazione culturale, la cultura del ponte di cui parla Teresa Zonno, prende forza da opere come "Methusalem". Le complesse interrelazioni testuali segnalano la dinamicità dialettica del testo e legittimano le plurime ricognizioni critiche oggetto di questo volume. Essendo un autore difficile da smascherare a causa delle continue maschere linguistiche alle quali ricorre - fanno fede i suoi molteplici pseudonimi - Goll apre lo spazio a richiami interpretativi molto diversi che spostano il suo linguaggio e la sua forma verso una "dimensione eccentrica, nella quale si resta sempre alla periferia delle esperienze incapaci di penetrare in quella terra incognita sbarrata dall'opacità e dalla dissonanza stessa dei significati". Norbert Dittmar definisce"Brandaktuell" il testo di Goll, e nulla è più vero, poiché "Methusalem" non anestetizza il lettore o lo spettatore, bensì consente di esprimere compulsioni spontanee e suggestive analisi che vanno ben oltre la superficie letterale.

    xi, 222 p. : ill.

    NOTE
    • Includes bibliographical references.
    • Italian, German, English.
    • Collected essays.
    • At head of tile: Progetto europeo connect 99/ a, Università di Parma.
    • Texts in Engl., German or Italian.
    • Isaac Lang (1891-1950), known as I. Goll.
  • In this volume